This website is best viewed in minimum 1210px X 520px

Il popolo d'Egitto

L’Egitto è una repubblica democratica con più etnie. Egitto è suddiviso in 26 provincie, rappresentate da villaggi, città e centri. La popolazione d’Egitto in questo momento circa 90 milioni di persone, che variano in parti uguali tra i cittadini che vivono in città e altri in zone rurali. popolazione egiziana vive sulle rive del Nilo in grandi città come Il Cairo, Luxor, Aswan e Port Said. Egiziani sono sempre radicati nella loro radici – come un popolo rurale per natura – e quindi la maggior parte della popolazione residente ,che vive lontano dalla loro città natale, tornerà di nuovo alla stessa città in cui sono stati istituiti. Purtroppo, la popolazione non si muove con la loro scelta e quindi mostra la vicinanza immateriale e calda della popolazione egiziana anche nei momenti di difficoltà e di angoscia. in realtà, il popolo d’Egitto sono persone che amano accogliere persone irragionevolmente.

Eppure, come i discendenti di una delle più antiche civiltà del mondo, le popolazioni passate e presenti in Egitto sono stati colpiti da migliaia di anni di civiltà. Una parte grande e sfortunata di questo passato ha portato a molti conflitti nel corso dei secoli, tra cui regola faraonica, invasione romana, colonialismo e le guerre. Questo si è riflesso nella diversità culturale dello Stato, così come l’emergere delle lingue straniere come inglese, francese, tedesco e italiano in vari strati della società. Lo stesso vale per altri aspetti della vita, dove tutto come cucina, arte e la letteratura è una miscela di diversità e una casa per paesi stranieri. Questo permette alla comunità l’opportunità di mescolare con un ampio spettro di individui indipendentemente dalla loro strati sociali, dal clero al cercatore di emozione. Il popolo egiziano sono costantemente esposti a forze opposte di costumi e di sviluppo moderni.

Pertanto, la civiltà dell’Egitto ha continuato per migliaia di anni come un importante centro economico e politico della regione. Gli egiziani si sono passati attraverso una miscela di razze umane e vedono se stessi in modo diverso come risultato di questa miscela. Nonostante le minoranze in Egitto, come i Nubiani, beduini, turchi, greci e molti altri, queste minoranze costituiscono meno del 5% della popolazione egiziana, mentre il 95% degli egiziani stessi, di cui solo il 17% sono arabi, in base al complesso analisi del DNA. In altre parole, l’Egitto ha una grande parte del mondo se l’Egitto non è tutto il mondo. Forse il motore inconscia dietro questa cultura unica è che gli egiziani sono stati a formati attraverso la loro storia. E ‘difficile descrivere egiziani come gli arabi secondo molti dei loro DNA, ma sono qualcosa di più complesso. Secondo le osservazioni degli ufficiali inglesi durante il periodo del dominio coloniale, si è barricato il significato di essere uomo egiziano nei cuori forti di un popolo invaso da diversi paesi e l’identità egiziana rimane intatto e non danneggiato in maniera impressionante , come questa identità si adatta ad ogni angolo del mondo.