This website is best viewed in minimum 1210px X 520px

L’orafo che visse 3.000 anni fa

2017-09-11

Acclamato come un anno straordinario per l’archeologia, il 2017 è stato un anno di grandi scoperte per tutti gli egittologi. La scoperta più recente portata alla luce dopo inarrestabili scavi da parte della necropoli di Draa El-Naga. A otto metri di profondità, sotto la Valle dei Re, è stata rinvenuta una camera funeraria contenente scheletri, artefatti funerari, quattro sarcofagi lignei, gioielli e coni funerari. In origine, il suo occupante era un orafo di nome Amenemhat, che visse intorno al 1500 a.C., ai tempi di Tutankhamon, Nefertiti e Hatshepsut. Dalla tomba si arriva ad altre tombe, con contenuti che risalgono addirittura al 2000 a.C.: si tratta di una vera gemma archeologica. Inoltre, 40 dei 50 coni funerari scoperti appartengono ad altri nobili, che si presume siano sepolti nelle vicinanze. Nei prossimi mesi si prevedono altre eccezionali scoperte archeologiche, che possono far luce su una delle epoche più importanti dell'Egitto antico.